Spid poste italiane: cos’è, a cosa serve, come ottenerlo

Spid poste

L’identità digitale di poste italiane abilitata a SPID

Sempre più spesso si sente parlare di Spid, acronimo di sistema pubblico per l’identità digitale, si tratta di un sistema sviluppato per facilitare l’accesso di cittadini e imprese ai servizi on-line della Pubblica Amministrazione e dei soggetti privati aderenti. Per ottenere l’ identità digitale basta rivolgersi ad uno dei gestori o Identity Provider che forniscono il servizio. Tra i gestori troviamo anche Poste Italiane che con il servizio PosteID abilitato a Spid, l’identità digitale di poste italiane, consente di accedere oltre che ai servizi della Pubblica Amministrazione a quelli delle poste, tra cui PostePay, Conto BancoPosta e altri servizi.

Per ottenere Spid poste occorre fare richiesta on line o in un ufficio postale. Grazie a Spid si riducono le password da ricordare. Ne basterà, infatti, una per accedere a più servizi! Spid poste è rivolo a tutti i cittadini otre che ai clienti delle Poste Italiane. L’adesione a Spid poste è gratuita fino a dicembre 2019 e per un periodo di due anni.

Tra i diversi servizi fruibili con Spid basta ricordare l’accesso all’area personale sul sito Inps, alla dichiarazione precompilata 730 sul sito dell’Agenzia dell’entrate, a Fisconline, al fascicolo sanitario elettronico o alla possibilità di fare domanda per concorsi pubblici. Con Spid poste a questi servizi si aggiungono quelli disponibili sul sito Poste.it o sull’app di Poste Italiane.

Una volta compreso cos’è Spid poste e a cosa serve passiamo alla procedura da mettere in atto per ottenere l’identità digitale, posteID abilitato a Spid.

Come ottenere Spid poste

Per ottenere Spid poste occorre registrarsi a PosteID abilitato a Spid scegliendo tra uno degli strumenti di identificazione proposti. Le diverse modalità di registrazione variano in base al possesso, da parte del cittadino, di uno dei mezzi per il riconoscimento personale :

  1. una Carta dei Servizi Nazionali;
  2. una firma digitale;
  3. una carta d’identità elettronica;
  4. un lettore Bancoposta e carta postamat;
  5. un numero di cellulare certificato dalle poste.

o dalla volontà di effettuare un riconoscimento di persona.

Riconoscimento di persona e rilascio dell’identità digitale

Se si opta per il riconoscimento di persona il cittadino dopo essersi registrato on-line fornendo i dati personali richiesti e accettato le condizioni generali di contratto, deve scegliere se effettuare l’identificazione a Spid poste recandosi in un ufficio postale o al domicilio tramite un portalettere. In quest’ultimo caso è previsto un costo per il servizio di riconoscimento al domicilio pari a 14,50 euro.

La procedura di registrazione sul sito Spid poste è molto veloce e snella. A tal fine conviene tenere a portata di mano una scansione del codice fiscale e del documento di riconoscimento in corso di validità, oltre che l’indirizzo e-mail e il numero di cellulare. Nel corso della procedura viene infatti richiesto di fornire, oltre alle generalità del richiedente, l’ indirizzo e-mail e il numero di cellulare.

Il completamento della procedura, per ottenere posteID abilitato a Spid, si ottiene, a seconda della scelta, esibendo al portalettere la tessera sanitaria in originale e consegnando fotocopia del documento di riconoscimento. In alternativa, recandosi presso un ufficio postale per l’identificazione, entro 30 gg. dalla registrazione on-line.

Per chi non ha dimestichezza con le nuove tecnologie digitali, è possibile richiedere Spid poste presso un ufficio postale. L’ufficio inserirà i dati necessari forniti dal richiedente e rilascerà l’identità digitale.

Spid poste con SMS su cellulare certificato

I clienti di Poste italiane titolari di un conto BancoPosta o di una Postepay con certificazione del numero di cellulare, hanno un ulteriore scelta per l’attivazione del servizio.

Essi possono , infatti registrarsi a Spid poste con le credenziali poste.it in loro possesso, ovvero nome utente e password, a cui segue l’identificazione con l’inserimento del codice di verifica ricevuto via sms sul cellulare certificato. Anche in questo caso è richiesta l’indicazione di un indirizzo e-mail valido.

Lettore Bancoposta e carta postamat

Anche i soggetti che dispongono di un lettore Bancoposta e della carta Postamat possono registrarsi inserendo le proprie credenziali poste.it e quando richiesto il codice di verifica visualizzato sul lettore.

Per la registrazione a Spid poste, nell’ipotesi in esame, si necessita quindi del nome utente e password utilizzati normalmente per accedere ai servizi di Poste.it, un lettore Bancoposta, una carta Postamat e un indirizzo e-mail.

Carta nazionale dei servizi e spid poste

Ulteriore alternativa messa a disposizione dalle poste per creare la propria identità digitale è l’uso della Carta nazionale dei servizi o della Carta d’identità elettronica. La registrazione al servizio Spid poste avviene collegando il lettore della carta o la chiavetta usb al computer e inserendo il Pin personale quando richiesto. Riepilogando occorre, dunque, la Carta dei servizi o carta d’identità elettronica, un indirizzo e-mail, numero di cellulare, tessera sanitaria e documento di riconoscimento valido.

Firma digitale

Ultimo strumento che consente l’identificazione e la registrazione a Spid poste è la firma digitale. Dopo aver fornito i dati anagrafici richiesti nella procedura on line, con la firma digitale, che identifica il soggetto richiedente, si firmerà il modulo di richiesta. Anche in quest’ultimo caso va indicato un indirizzo e-mail e un numero di cellulare.

Come usare le credenziali Spid poste

Ottenuta l’identità digitale a conclusione della procedura si avranno delle credenziali, un nome utente corrispondente all’indirizzo e-mail indicato ed una password, per accedere ai servizi che richiedono un livello di sicurezza Spid 1.

Per i servizi che necessitano di una sicurezza maggiore, richiesta per l’ accesso ai servizi della pubblica amministrazione, ma anche per quelli offerti da poste.it il nome utente e la password non sono sufficienti. Quando il livello di sicurezza per l’accesso ai servizi è di secondo livello, Spid 2, occorre usare il codice poste ID da inserire su l’App PosteID o per chi non utilizza l’App il codice inviato tramite telefono mobile certificato.

Quindi, per poter accedere all’area personale nel sito delle Poste Italiane o degli altri soggetti aderenti a Spid2 si deve procedere in questo modo:

  1. Inserire il nome utente cioè l’indirizzo e-mail registrato nel corso della procedura e la password; o per accedere velocemente inquadrando con l’app PosteID il QRcode;
  2. proseguire per riceve notifica sull’App PosteID;
  3. autorizzare l’accesso inserendo il codice di sei cifre PosteID o con l’impronta digitale sui dispositivi supportati. In questo caso bisogna abilitare al primo accesso in app tale funzionalità.

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA Fiscobusiness

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo!

Sapevi che alle poste è possibile spedire una raccomandata senza busta? Vuoi sapere a cosa serve e come si realizza leggi l’articolo Raccomandata senza busta in plico

3 risposte a “Spid poste italiane: cos’è, a cosa serve, come ottenerlo”

  1. HO IL CODICE ASSEGNATO MA NON RIESCO AD ABILITARE LA PRCEDURA- E MI APPARE “AUTORIZZAZIONE FALLITA”. COSA DEBBO FARE?

  2. HO IL CODICE ASSEGNATO dalla posta. Ho ricevuto l’SMS sul cellulare, ma non riesco ad andare avanti nella procedura perché mi appare “AUTORIZZAZIONE FALLITA”. COSA DEBBO FARE?

    1. Ciao Raffaele,
      dovresti rivolgerti all’assistenza sull’Identità Digitale PosteID abilitato a SPID chiamando al numero 800007777 (il numero è gratuito e attivo dal lunedì al sabato dalle ore 8:00 alle ore 20:00, esclusi i festivi). Fornendogli i tuoi dati: codice fiscale e numero di telefono sapranno individuare e risolvere il problema.
      Grazie per averci contattato.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito o gli strumenti terzi da questi utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi