Cos’è il modello 730 precompilato dove trovarlo vantaggi

cos'è il modello 730 precompilato

Sulla strada della semplificazione fiscale per il contribuente viaggia il modello 730 precompilato. Ma cos’è il modello 730 precompilato? La dichiarazione dei redditi già compilata in base a i dati in possesso dell’Agenzia delle Entrate (Ade), che può essere accettata dal contribuente così com’è o integrata nel caso di dati mancanti. Rivolta agli stessi soggetti che possono presentare il modello 730 tradizionale. Se anche tu ti stai chiedendo cos’è il modello 730 precompilato? Quali sono le informazioni contenute? Dove trovare il modello precompilato? Quali i vantaggi rispetto al modello ordinario presentato tramite intermediario? Continua a leggere e ti sarà chiarito ogni dubbio.

Cos’è il modello 730 precompilato

E’ una modalità di presentazione della dichiarazione dei redditi alternativa al tradizionale modello 730 presentato tramite CAF o altro intermediario. Il modello 730 precompilato è quindi la dichiarazione dei redditi già compilata, messa a disposizione del contribuente dall’Agenzia dell’entrate. E’ infatti l’Ade che raccoglie, elabora i dati ed effettua la liquidazione dell’imposta.

Tale modello viene dunque predisposto in base:

  • ai dati contenuti nella Certificazione Unica come ad esempio i dati dei familiari a carico, i redditi di lavoro dipendente o di pensione, le ritenute Irpef, le trattenute di addizionale regionale e comunale, i compensi di lavoro autonomo occasionale;
  • agli oneri deducibili o detraibili che vengono comunicati all’Agenzia delle entrate, quali spese sanitarie e relativi rimborsi, interessi passivi sui mutui, premi assicurativi, contributi previdenziali etc.;
  • alcune informazioni contenute nella Dichiarazione dei Redditi dell’anno precedente, quali, ad esempio, i dati dei terreni e dei fabbricati;
  • altri dati presenti nell’Anagrafe tributaria, ad esempio, i pagamenti e le compensazioni effettuate con il mod. F24 e le informazioni contenute nelle banche dati immobiliari (Catasto e atti del registro).

Dove si trova il modello 730 precompilato

Prima di analizzare i vantaggi del modello 730 precompilato occorre specificare dove si trova il modello 730 precompilato. L’Agenzia delle entrate mette a disposizione dei lavoratori dipendenti e dei pensionati il modello 730 precompilato in un area dedicata del suo sito a partire dal 15 aprile di ogni anno.

Si tratta di una sezione apposita del sito internet dell’ Amministrazione Finanziaria e accessibile con credenziali personali. Il contribuente può accedere al modello 730 precompilato scegliendo tra le diverse modalità di accesso ammissibili:

  • codice PIN rilasciato on-line dall’ADE o presso un suo ufficio (c.d. credenziali di Fisconline);
  • identità Spid;
  • con le credenziali Inps;
  • Carta Nazionale dei Servizi.

L’accesso può essere effettuato anche tramite il datore di lavoro che presta assistenza fiscale o CAF o professionista abilitato. In questo caso il contribuente deve consegnare un’apposita delega per l’accesso al modello precompilato.

Nella sezione dedicata al modello 730 precompilato è possibile visualizzare, oltre alla dichiarazione, un prospetto dei redditi, delle spese e delle fonti utilizzate per l’elaborazione della dichiarazione, ad es. quelli del sostituto, della banca, come gli interessi del mutuo, l’esito della liquidazione ed il modello 730-3 con il risultato dettagliato della liquidazione.

Spetterà dunque al dipendente o al pensionato verificare se i dati contenuti nel modello siano completi ed esatti, potendoli inoltre integrare o modificare.

Vantaggi sui controlli precompilato

Il Modello 730 precompilato è particolarmente vantaggioso per chi vuol far da se, accettando modificando o integrando le informazioni in esso contenute senza rivolgersi ad un CAF o professionista abilitato.

In particolare è vantaggioso per chi ha prodotto soli redditi di pensione o da lavoro dipendente con pochi oneri e spese, deducibili e detraibili, poiché le difficoltà nel controllare i dati precompilati sono ridotte al minimo.

Se il contribuente decide di inviare senza modifiche avrà un ulteriore vantaggio riguardano ai controlli fiscali. E’ previsto, infatti per il contribuente che decide di presentare il 730 precompilato, l’esclusione dal controllo formale dei documenti attestanti oneri e spese indicati nella dichiarazione e forniti all’Agenzia delle entrate tramite i soggetti terzi.

Per godere di questo beneficio è necessario che il 730 precompilato sia presentato direttamente o tramite il sostituto d’imposta , senza modifiche o con modifiche che non incidono sulla determinazione del reddito e di conseguenza dell’imposta.

Hai altre domande? Scrivile nei commenti e ti risponderemo.

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo!

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA Fiscobusiness

Foto di OpenClipart-Vectors da Pixabay

13Shares

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

13Shares